REGOLAMENTO

 

Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia

Gruppo Nazionale Guastatori

www.gruppoguastatori.it

e-mail : info@gruppoguastatori.it

REGOLAMENTO DEL GRUPPO NAZIONALE GUASTATORI

Il presente Regolamento, costituito da 7 articoli, è stato approvato dal Consiglio Direttivo del Gruppo Nazionale Guastatori in data 28 maggio 2021 sulla base della votazione dei soci e costituisce integrazione del vigente Statuto e del vigente Regolamento dell’ANGET relativamente agli aspetti specifici della specialità guastatori.

Articolo 1 (Sede del Gruppo)

La sede del Gruppo viene stabilita dal Consiglio Direttivo.

Articolo 2 (Adesioni)

Al Gruppo possono aderire coloro che prestano o hanno prestato servizio in Reparti o Enti del genio guastatori, del genio guastatori d’arresto e del genio pionieri d’arresto.

Possono aderire, inoltre, come soci ordinari:

·      i soci dell’ANGET;

·      coloro che hanno prestato servizio in Reparti ed Enti non del genio purché in possesso di una specializzazione attinente ai guastatori

come soci simpatizzanti, coloro che si identificano negli scopi dell’ANGET e del Gruppo.

Articolo 3 (Scopi e finalità)

Il Gruppo si prefigge gli scopi definiti nell’Art. 3 dello Statuto dell’ANGET, relativamente alla specialità Guastatori.

Per raggiungere tali scopi, il Gruppo svilupperà, per quanto possibile, la propria attività a favore:

·      dei soci e delle loro famiglie;

·      delle unità e del personale inquadrato nelle Unità Guastatori in vita;

·   dei militari del Genio che conseguono il diploma di “guastatore”, ACRT o ogni altra specializzazione futura che ad esse sia strettamente legata. 

Articolo 4 (Organizzazione interna)

Il Gruppo è retto da un Capo Gruppo (Presidente) che si avvale di due Vice Capo Gruppo e di un Consiglio Direttivo. 

Tutte le predette cariche vengono elette dall’Assemblea dei soci, durano in carica cinque anni e possono essere riconfermate.

In caso di dimissioni del Capo Gruppo, in attesa delle decisioni dell’Assemblea dei soci, tenuta di massima in occasione dei raduni nazionali, egli può rimanere in carica per l ’ordinaria amministrazione o nominare quale vicario uno dei due Vice Capo Gruppo.

Tutte le cariche elettive non sono retribuite.

Il Capo Gruppo può delegare, a soci particolarmente competenti e disponibili, specifici compiti attinenti sia il settore amministrativo che organizzativo e della protezione civile.

Articolo 5 (Organizzazione territoriale)

Allo scopo di favorire l ’attività di proselitismo e di coordinamento fra i soci il Capo Gruppo, su proposta di uno o più iscritti, può autorizzare la costituzione di DISTACCAMENTI GUASTATORI affidandone l’organizzazione e la direzione a soci di sua fiducia.

La costituzione dei distaccamenti, su proposta del Consiglio Direttivo, deve essere approvata dall’Assemblea dei soci.

Il Consiglio Direttivo può, in attesa dell’approvazione da parte dell’Assemblea, autorizzare le attività preliminari di costituzione dei distaccamenti.

I Distaccamenti vengono contraddistinti dal nome, in alternativa:

·      di una località ove operarono i reparti guastatori nella seconda guerra mondiale;

·       di una località sacra alla Patria;

·      della Regione di appartenenza,

·      di uno dei Reparti Guastatori.

I Presidenti dei Distaccamenti possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo.

Non è consentita alcuna altra forma di organizzazione territoriale al di fuori di quanto sancito dal presente articolo.

Articolo 6 (Labaro)

Il Gruppo è dotato di un LABARO che reca, da un lato il tricolore con al centro il gladio con bomba fiammeggiante della specialità e dall’altro lato, su fondo amaranto, gli stemmi del genio guastatori e del genio guastatori alpino con le diciture ricamate in color oro, in alto, “ANGET” e in basso “GRUPPO NAZIONALE DEI GUASTATORI DEL GENIO”.  

Articolo 7 (Scioglimento del Gruppo)

In caso di scioglimento del Gruppo l ’eventuale rimanenza di cassa e gli eventuali beni materiali saranno devoluti secondo quanto verrà deliberato dall’Assemblea dei soci nel pieno rispetto di eventuali leggi vigenti in materia.